L' anagrafe e la scelta del nome da dare al bebe'

Nascita di un bebe'

Riguardo ai nomi da dare ai futuri bebe' sembra che una simpatica coppia genovese volesse chiamare il proprio bimbo Venerdě. Ma lo Stato non accetto' questa scelta, sembra infatti che per l'anagrafe il bimbo si chiami Gregorio come il santo festeggiato il giorno della sua nascita, gli articoli 34 e 35 del decreto n. 396/2000 recitano cosě:

 

  • il nome del bambino deve corrispondere al sesso, egli inoltre puo' avere 2 o massimo 3 elementi onomastici.
  • E' vietato dare al bambino il nome del padre, della madre o della sorella viventi o nomi ridicoli.

  • Ai figli di cui non sono conosciuti i genitori non e' possibile attribuire un nome o cognome che faccia intendere l'origine naturale del bebe'.


L'Anagrafe trovandosi di fronte a genitori particolarmente ostinati non puo' rifiutarsi, come un tempo, di registare il nome, ma al massimo puo' fare una segnalazione al Procuratore della Repubblica che a sua volta puo' decidere se il nome e' davvero inacettabile e quindi se procedere con un'istanza della prefettura.
Dopo le riforme Bassanini il nome al bebe' e' possibile darlo sino dalla nascita nella clinica privata o all'ospedale stesso.